Divisione Consulting

 

 

 

 

 

 Learning    Management 

    

news del 2 Dicembre 2013

Politica, finanza e globalizzazione nell’Enciclica Evangelii Gaudium: le esortazioni e le critiche di Papa Francesco

 

Papa Francesco non usa mezzi termini. Diritto come una freccia centra l’obiettivo. Pur lodando i processi scientifici e tecnologici, fonte di benessere, mette in guardia dalla eccessiva accelerazione delle innovazioni tecnologiche e dal potere, spesso anonimo, che si nasconde dietro l’attuale societÓ della conoscenza e dell’informazione.

Dice “No a una economia dell’esclusione”, che uccide mediante l’assenza di lavoro e di prospettive. Una economia che parifica l’essere umano a un bene di consumo usa e getta. Una economia che non ha pi¨ nemmeno la necessitÓ di sfruttare gli essere umani, e li considera solo “rifiuti”, “avanzi” non necessari, di cui disfarsi. La negazione del primato dell’essere umano sul creato. La dittatura di una economia senza volto e senza scopo. Un potere di grossolani e sempliciotti, ormai ideologicamente e fidelisticamente aggrappati a meccanismi economici e della globalizzazione palesemente dimostratisi fallimentari. Una tirannia invisibile, a volte virtuale, che produce squilibri basati sulla taumaturgica autonomia dei mercati e sulla speculazione finanziaria. Una economia che nega il diritto di controllo degli Stati, che impone le sue leggi e il suo debito, allontanando i Paesi dalle possibilitÓ praticabili e i cittadini dal loro reale potere di acquisto.

Papa Francesco ammonisce gli esperti finanziari e i governanti dei vari Paesi, tutti indistintamente rei di una corruzione profondamente radicata. Sollecita un vigoroso cambio di atteggiamento, con l’adozione di una riforma finanziaria da affrontare con determinazione e lungimiranza, in una direzione in cui “il denaro deve servire e non governare”.

Pone pertanto al centro del problema la questione della riforma del sistema finanziario, indicando le linee di indirizzo della Chiesa. I governanti, pi¨ che educare e rendere inoffensiva la popolazione devono concentrarsi sulla riforma del settore finanziario, unico strumento in grado di riequilibrare il sistema ed evitare la rivolta sociale.

Estratto Enciclica Evangelii Gaudium

 

Analisi del contesto macroeconomico e possibili strategie aziendali per le PMI

Riteniamo utile diffondere un parere formulato per una PMI, che pu˛ risultare di interesse generale per gli aspetti inerenti l'analisi del contesto macroeconomico e le cause della crisi. Il parere utilizza una analogia idraulica, che prescindendo da tecnicismi economico-finanziari, consente una rappresentazione semplificata del framework e del contesto politico-istituzionale di riferimento.

Pur partendo da differenti presupposti, etico e antropologico quello della Chiesa, sistemico e meccanicistico quello a base del parere, entrambi convergono verso l'unica direzione di sviluppo possibile.

PARERE del 29.11.2013

 

via g. Boccaccio, n. 4 Ÿ lecce Ÿ 73100                                                    tel. 0832-498023 Ÿ fAX. 0832-575049

                                                                                                                               tel. 06-916501915

www.lemaconsulting.it Ÿ lema@lemaconsulting.it

   

_______________________________________________________________________
Questo messaggio Ŕ stato inviato da: http://www.lemaconsulting.it/.

 

Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla SocietÓ sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario Ŕ proibita, sia ai sensi dell’art. 616 c.p., che ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente. Ai sensi della Legge italiana n. 196/2003, informiamo, inoltre, che lo Studio LeMa conserverÓ nel proprio archivio elettronico i dati personali raccolti e che tali informazioni saranno utilizzate esclusivamente per eventuali ulteriori comunicazioni. In qualsiasi momento i soggetti interessati potranno esercitare i diritti di legge, per chiedere la conferma dell'esistenza di dati personali che li riguardano, domandarne la cancellazione od opporsi al loro utilizzo. Cliccare qui per la cancellazione dalla Newsletter

Cliccare qui per la modifica dei dati di registrazione